LIBERTAD POR LOS CINCO

Il governo cubano ha deciso di liberare parte dei detenuti politici e di avvicinare ai parenti altri che restano ancora detenuti. La notizia è stata diffusa con l’enfasi della vittoria per la diplomazia spagnola e cattolica. E’ bene che uno stato socialista non discrimini nessuna persona e se decide di tenerne alcune detenute lo faccia per motivi concreti, non ideologici. Il supporto politico e ideale per Cuba passa in primis per la natura libertaria della rivoluzione che deve essere rivitalizzata, non atrofizzata. E’ bene che il governo cubano sia stato spinto alla scelta giusta.

5 cubani sono detenuti, con condanne da ergastoli, negli USA perchè ritenuti colpevoli di atti gravi contro gli interessi statunitensi. ANTONIO GUERRERO RODRIGUEZ, FERANDO GONZALES LLORT, GERARDO HERNANDEZ NORDELO, RAMON LABANINO, RENE GONZALES RECHWERERT erano agenti del servizio antiterrorismo cubano che hanno indicato alle autorità degli USA come sventare atti terroristici che stavano per essere commessi, chi sarebbero stati gli esecutori; essi sono stati per questo incolpati e condannati con processi truccati e riconosciuti falsati da alcuni giudici statunitensi.

Quale azione diplomatica occorre perchè il democratico Obama agisca per la loro liberazione?

Per saperne di più www.granma.cu

LIBERTAD POR LOS CINCOultima modifica: 2010-07-13T12:53:51+02:00da officinafuturo
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento