LA PROVINCIA DI LODI E’ ATTENTA…

Un comunicato dell’ass. provinciale Boneschi relaziona dell’avvenuto passaggio di consegne da Regione Lombardia alle province per quanto riguarda i controlli per le aziende zootecniche, (sono 53 nel lodigiano  e hanno più di 40000 polli o più di 2000 suini o più di 750 scrofe)  che devono rendere conto ad ARPA di avere ottemperato alle prescrizioni circa la IPPC (riguarda l’inquinamento che le aziende producono). Boneschi ha dato indicazione agli uffici perchè l’applicazione delle procedure sia attenta ai bisogni e agli interessi delle aziende, in caso di dubbia interpretazione dovrà prevalere la soluzione favorevole alle aziende…la salubrità dell’ambiente può aspettare

Il presidente Foroni ha recentemente nominato commissario Luca Pagano per l’ambito territoriale di caccia; ha dovuto farlo perchè l’assemblea delle associazioni dei cacciatori non ha approvato il bilancio consuntivo del 2009 ne il preventivo del 2010. La nomina è indicata come importante azione verso i cacciatori, le loro problematiche sono nel pensiero dell’amm. provinciale. La provincia si è mossa per salvaguardare la prossima stagione venatoria; per l’ass. Boneschi l’interesse dei cacciatori è l’interesse dell’amm. provinciale…tutti coloro che non sono cacciatori si fottano altrove

L’amm.  provinciale di Lodi è attenta al profitto delle aziende e al potere armato dei cacciatori, molto inferiore è l’attenzione per il miglioramento dell’ambiente e della salvaguardia della natura. Ma a cosa sparano i cacciatori dopo poche settimane dall’apertura della stagione? Al deserto faunistico da loro creato?

Una caratteristica dell’amm. provinciale è l’uso di parole/frasi roboanti espresse con estremo vigore; molto formalismo ma scarsa pregnanza.

LA PROVINCIA DI LODI E’ ATTENTA…ultima modifica: 2010-07-08T10:27:00+02:00da officinafuturo
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento