SANZIONI SALUTARI

La Commissione europea ha avvisato che sono in preparazione sanzioni amministrative per città/province che non stanno ottemperando alle direttive circa il contenimento degli agenti inquinanti: fra le province anche Lodi e praticamente la Lombardia. Ovviamente i pubblici  amministratori si sbracciano per addossare colpe ad altri oppure tacciono fregandosene. La preoccupazione è data dalle sanzioni, della nostra salute (ma anche della loro) gli frega un accidente; è incapacità? è ignavia? è precipua volontà di restare di alimentare l’infezione ambientale-sociale? forse è tutto quanto insieme.

Una domanda voglio porre ad uno qualsiasi fra gli assessori delegati: anche se sappiamo come sia vero che una o poche iniziative svolte in una sola città/provincia non risolvono il problema, non è forse vero che nella scelta sta la volontà di uscirne, l’esempio dato, la forzatura politica, il disegno strategico della costruzione di alleanze, l’onestà intellettuale, la costruzione del confronto democratico, la scelta di campo, la difesa degli sfruttati?

E un’altra domanda al popolo: fino a quando, a quale limite sei disposto ad accettare/sopportare/avallare la marcia politica di coloro che si fanno beffe di noi e manovrano i burattini delle pubbliche amministrazioni?

SANZIONI SALUTARIultima modifica: 2010-02-09T10:20:33+01:00da officinafuturo
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento