TESTA DI ASSESSORE

L’assessore regionale Ponzoni racconta dei benefici dati dalla regione Lombardia per il miglioramento dell’aria ambiente, dice che è migliorata rispetto a 20/30 anni fa (quando veniva usata anche la nafta per i riscaldamenti), che gli inquinanti sono stati tutti debellati, che si può ridurre la temperatura dentro casa e limitarsi a 20° e che i comuni devono intensificare i controlli degli scarichi degli autoveicoli.

Ma la testa di assessore è presente? Da settimane in tutta Lombardia il limite del PM 10 è costantemente superato (vuol dire respirare acidi, metalli, idrocarburi, esteri, nafteni, nitrati, ammoniaca…) e questa testa viene a dire che gli inquinanti non ci sono più.

A Lodi esplode un reattore nel quale sono in prova composti a base di cloro e metalli pesanti e immediatamente il sindaco e il medico ASL dipartimento ambientale dichiarano che non c’è pericolo sanitario; ma questi ci sono o ci fanno?

Ma questi pubblici amministratori ci sono o ci fanno? e se ci sono in quali condizioni psichiche stazionano? ho il diritto di chiederlo.

Regione Lombardia favorisce il movimento: quello delle merci sulle strade, e se le strade non bastano se ne costruiscono di nuove; ma se ci sono nuove strade perchè non usarle, così aumenta il traffico veicolare e anche gli scarichi in atmosfera. Dato che un po’ di innovazione tecnologica è stata applicata ai veicoli a motore, questi emettono concentrazioni di inquinanti inferiori ai motori più vecchi, ma se la quantità di veicoli circolanti è molto aumentata la massa di composti inquinanti è comunque maggiore di prima e dato che gli inquinanti che contengono metalli (e sono tanti) tendono a disperdersi poco significa che le nuove immissioni tendono a sommarsi con quelle già presenti e noi inaliamo il tutto.

Oggi dicono che sia il giorno della memoria, è necessario avere memoria anche di queste cose e soprattutto agire di conseguenza.

TESTA DI ASSESSOREultima modifica: 2010-01-27T12:57:06+01:00da officinafuturo
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento