PIAZZA FONTANA

15367_1238120807600_1666651053_614922_3022580_n.jpgNon molto tempo fa la schiavitù era praticata nel mondo occidentale, gli esseri umani sottomessi con la forza e la violenza erano servi della gleba, servi del padrone, servi del capitalismo; quelle donne e quegli uomini conservavano la dignità di esseri umani capaci di pensiero, sentimenti, affetti, capaci di costruire legami sociali: è anche grazie a loro se le idee di socialismo, fratellanza, uguaglianza si sono affermate e vantano anche oggi un valore superiore del quale tutti gli esseri umani possono essere fieri portatori.

Ieri in piazza Fontana i pezzi lustri delle pubbliche amministrazioni erano sul palco a mostrare la loro faccia (che è uguale al loro didietro) e tutt’attorno la polizia schierata a fare cordoni di protezione, e i servi in divisa correvano in giro tenendosi per mano come bambini di asilo con il cervello assente/piombato rispetto alle azioni che compivano. Schiavi privi della dignità di esseri umani, bambolotti comandati dallo schiavograduato, avulsi dalla presenza di un popolo cosciente di sè e della storia.

Quegli schiavi in divisa, marionette guidate con fili più che visibili, non sono i lavoratori di cui diceva Pasolini ma strumenti lobotomizzati in mano alla struttura potere che ci opprime e della quale è vitale liberarsi.

PIAZZA FONTANAultima modifica: 2009-12-13T11:42:00+01:00da officinafuturo
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento