RAZZISTI E BASTA

A chi non vuole una società multirazziale, alla rivoltante lettera apparsa su il Cittadino di mercoledì 4 febbraio:
chi usa il nero come colore della propria bandiera è portatore degli stessi valori che quel colore rappresenta: assenza, negazione, morte, lutto. Rivoltante diventa la demagogia con la quale vengono affrontate le problematiche dell’immigrazione e della sicurezza quando queste vengono messe sempre in relazione tra di loro, in un rapporto di causa-effetto per cui “lo straniero” in quanto tale delinque . Rivoltante è l’uso che viene fatto strumentalmente della religione Cattolica, della Chiesa, dei cattolici e dei loro valori fondanti, la cui difesa diventa puro pretesto per la negazione di un pluralismo culturale e religioso. Rivoltante è anche l’idea di “proprietà della terra” legata al concetto conquistadores del “primo arrivato”. In tutto ciò, dove sono i tanto sbandierati valori cristiani dei quali tutti si impossessano, dei quali tutti diventano strumentalmente difensori ma che pochi conoscono e praticano? Come può non scandalizzare chi si dice cristiano e poi aborre una società multirazziale? Noi siamo nati nel mondo ricco non perchè l’abbiamo scelto, ma perchè ci siamo capitati per caso, per un disegno che esula dalle nostre volontà e non possiamo quindi prendere a calci chi vorrebbe condividere la nostra condizione. Tutto viene sempre ricondotto a questioni economiche, alla difesa delle nostre ricchezze, rimuovendo la coscienza della nostra vera natura, quella di esseri umani. Non esiste lembo di terra sul quale sia impresso il nome di alcuno e l’idea di poterla acquistare è veramente folle e ridicola. Chi non vuole una società multirazziale è RAZZISTA e null’altro. Abbia quindi la coerenza e il coraggio di dichiararsi tale e, soprattutto, di non dire di rifarsi e di voler difendere valori che non gli appartengono. Le migrazioni sono un diritto dell’umanità e non potranno mai essere fermate anzi, aumenteranno in futuro con l’aumentare della miseria planetaria. Sarebbe più intelligente pensare come organizzarle piuttosto che perdere tempo a cercare inutilmente di fermarle per difendere una ricchezza fatua. Migrare è un diritto e gli Stati sono un’invenzione dell’uomo. Dovremmo fare autocoscienza sul nostro marciscente sistema di vita, sul nostro attuale complesso di valori, piuttosto che scaricare responsabilità sui più deboli o “diversi” da noi. Il migrante che delinque lo fa per emulare il nostro modello di vita basato unicamente sulla ricchezza economica, dove è più importante essere ricchi che onesti..
Ma la giustizia divina, capita si manifesti: cosa ne pensano gli italiani di corta memoria di quello che stà succedendo ai lavoratori propri connazionali in Inghilterra?
Chi la fà, l’aspetti!

RAZZISTI E BASTAultima modifica: 2009-02-08T18:53:49+01:00da officinafuturo
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento